TERRITORIO E VITE

Territorio e Vite

Il massiccio montuoso del Monte Rosa, che domina le colline di origine morenica, è la cornice spettacolare di queste terre dell’alto Piemonte, dove i vigneti sorgono su un terreno permeabile ed estremamente ricco di sali minerali derivanti dall’erosione millenaria dei ghiacciai. Le vicine montagne e l’altitudine fanno sentire la loro influenza sul clima, caratterizzato da cieli limpidi e da importanti escursioni termiche giorno-notte.

Elementi ideali per il vitigno principe di queste terre, il nebbiolo, che qui trova l’ambiente giusto per dare il meglio di sé. Se la resa di questi vigneti è spontaneamente molto bassa, un’ulteriore opera di diradamento sui filari, permette di ottenere, al momento della vendemmia, di norma in ottobre, adeguati livelli di gradazione alcolica, intensità di colori e di aromi.

Un’elevata concentrazione di sostanze aromatiche nelle bucce, sinonimo di profumi intensi ed eleganti. La presenza di acidi fissi nella polpa, garanzia di un’eccezionale longevità.

Della peculiarità di questo territorio e della sua antica vocazione vinicola, esistono testimonianze storiche che parlano di “soleggiati vigneti” in queste zone già nel primo secolo d.C.
Oggi  questi preziosi soleggiati vigneti continuano a dare i loro preziosi frutti e si trovano nel perimetro territoriale dei comuni di Sizzano, Ghemme, Fara e Gattinara.